Scheda editoriale

Transitum

Passaggi di tempo come luoghi e cose nel vissutofotografie di Fernando ZanettiCome si sta in quel momento nella culla, non lo ricordo. Era come essere invasi di cotone; era come, dormire nei petali del soffione e farli volare a formare una spirale. L’amore carnale, quello che solo si può verso la madre e verso le arance, dalla scorza dura, dalla faccia di terra, l’andatura rugosa. Perché così perfetto, un frutto – non è Dio! Invece, dentro i frutti, la questione è simmetria. Un ritmo regolare, le viscere sicure. Il sole. Il ritmo del sole. Ecco, cosa passa nella testa di un bambino, uno speciale, con la testa non più grande di un’arancia.

Faustino Boatti 1797-1857

Un protagonista del ritratto in miniatura e all'acquerello nella Lombardia dell'età romanticaBernardo Falconi, Anna Maria ZuccottiTra i nomi dei tanti artisti formatisi alla Scuola di Pittura dell’Accademia Carrara di Bergamo, diretta dal cremonese Giuseppe Diotti (1779-1846), in un ambiente oscillante fra fedeltà alla tradizione classica e incipiente Romanticismo, quello del bergamasco Faustino Boatti è stato a lungo pressoché dimenticato. Solo una decina di anni or sono una più attenta valutazione critica della sua produzione artistica, resa possibile dal rinvenimento di un cospicuo numero di suoi lavori, ha permesso di connotarlo come uno dei più validi specialisti del ritratto di piccolo formato attivi nella Lombardia austriaca post-napoleonica.

Giambattista Crosato

Pittore del Rococò europeoDenis TonGiambattista Crosato (1697-1758) è stato pittore, frescante e scenografo operoso tra la Serenissima e il Piemonte sabaudo, attivo in alcuni dei luoghi simbolo della civiltà settecentesca europea: dalla palazzina di caccia di Stupinigi, al salone di Ca’ Rezzonico, alle ville venete.

Batticuore

Lettere dagli anni '60 e una di oggi di Roberto VecchioniLorenzo ReggianiScritte tra l’estate del 1965 e quella del 1966, pubblicate una prima volta nel 1986, queste lettere mai spedite ad interlocutori immaginari o reali (tranne quelle di lei giunte regolarmente a destinazione) ricreano l’atmosfera, il sapore, il sogno di giovani degli anni Sessanta.

La gestione del territorio e dell'ambiente a Verona

Repetita non iuvant. Brevi cenni di storia dell'urbanistica, i piani e i programmi territoriali, la situazione attuale, le proposteGiorgio MassignanSono qui presentati gli strumenti urbanistici che hanno permesso si realizzasse la città in cui viviamo, analizzandone i meccanismi che ne hanno determinato la formazione ed evidenziandone il ruolo degli operatori che hanno partecipato alla formazione e gestione del territorio. Tali contenuti sono stati condivisi con il Consiglio Direttivo della sezione di Verona di Italia Nostra.

Dentro l'urne confortate di pianto

Antonio Canova e il Monumento funerario di Maria Cristina d'AustriaGiuseppe Pavanello

“Ardita è l’ideazione di quel rettangolo nero,
al quale s’appressa per prima una giovinetta, segno dell’ineluttabilità del destino:
occorre arrivare forse ai tagli sulla tela
di Lucio Fontana – uno scultore, si badi –
per trovare qualcosa di analogo
e di altrettanto originale.
È quella presenza che dà significato al tutto, che giustifica quella componente patetica, quel parlare al ‘cuore’,
come  già i contemporanei rilevavano. Neoclassico? Romantico?
Etichette inadeguate”.

 

Domenico Pellegrini 1759-1840

Un pittore veneto nelle capitali d'EuropaGiuseppe PavanelloVenezia, Roma, Napoli, Londra, Parigi, quindi Lisbona: solo elencare le città dove ha lavorato ci dà la misura europea di Domenico Pellegrini. È questa la prima monografia che gli viene dedicata. Nel confronto con quanto si sapeva in precedenza, risalta la quantità di nuove acquisizioni al catalogo, di notizie storiche, d’intrecci che coinvolgono artisti, mercanti, personaggi più o meno illustri, parecchi legati alla massoneria, in circostanze storiche spesso avventurose – Pellegrini venne persino deportato nelle Azzorre – di un’epoca che ha visto sconvolgimenti che hanno trasformato l’assetto europeo come in poche altre circostanze.

Poesie e filastrocche

di Alba AvesiniA dieci anni dalla scomparsa dell’autrice, viene presentato il libro Poesie e filastrocche di Alba Avesini, curato dal marito Enrico de Angelis e da Francesca Rizzotti.

L'altare di Isehneim

Mathis Grünewald pittore della Morte e della ResurrezioneAdriano Mariuz

“È la faccia del dolore, dell’angoscia, della morte. L’impatto è sconvolgente, fin dal primo sguardo. La Crocifissione è un culmine tragico dell’arte occidentale: uno di quei capolavori che rendono difficile il discorso critico, giacché sono nati proprio su quel limite in cui la parola esaurisce la possibilità di comunicare.
Visioni generate dal silenzio e nel silenzio, la loro realtà s’invera tutta nell’evidenza flagrante dell’immagine”.

Aldèbaran

Storia dell'arte - Ia cura di Sergio Marinelli

Aldèbaran raccoglie una serie di scritti di Storia dell’Arte di amici, giovani allievi o coetanei del curatore, che s’allineano solo nel piacere della ricerca storico-artistica e nella considerazione dell’arte figurativa non come semplice erudizione né come vano inseguimento delle mode mediatiche ma come pensiero visivo e figurato universale.


I nostri distributori

Edizioni

Eventi in vetrina

15 Dicembre 2017

La sua voce di grano e di gramigna

Presentazione del romanzo di Carmela Iacoviello

VENERDI' 15 DICEMBRE ORE 17.15

BIBLIOTECA CIVICA

Via Cappello, 43 - Verona

Intervengono Guariente Guarienti e Marco Ongaro

12 Dicembre 2017

Amori quasi possibili

Presentazione del volume di PINO CAROLLO

a cura di Patrizia Cipriani

Martedì 12 dicembre ore 17.30

SALA FARINATI della BIBLIOTECA CIVICA

Via Cappello, 42 - Verona

Interviene Nicola Paqualicchio, Università di Verona

07 Dicembre 2017

Buoni stili di vita a scuola

Presentazione del volume

di Massimo Lanza, Luciano Bertinato, Francesca Vitali, Federico Schena

GIOVEDI' 7 DICEMBRE ORE 17.30

Società Letteraria di Verona

Piazzetta Scalette Rubiani, 1

Dialogano con gli autori

STEFANO QUAGLIA, Dirigente Ufficio Scolastico Provinciale di Verona

MASSIMO VALSECCHI, Medico igienista, Direttore Dipartimento di Prevenzione ULSS 20, Verona

25 Novembre 2017

Palazzo Belgioioso d'Este

Presentezione del volume

Sabato 25 novembre ore 17.30

Gran Sala di Palazzo Belgioioso

Piazza Belgioioso 2, Milano

Intervengono Stefano Della Torre, Politecnico di Milano e Alessandro Morandotti, Università di Torino