Scheda editoriale

Per un nuovo Agostino Di Duccio

Studi e documentia cura di Arturo Calzona, Matteo Ceriana

Questa raccolta di saggi nasce da un Convegno, il primo di una progettata serie di quattro, dedicata ad architetti e scultori che hanno operato nelle fabbriche albertiane. Se infatti, come la storiografia ha dimostrato in questi ultimi anni, l’ornamentum è parte integrante della speculazione progettuale di Leon Battista Alberti, la messa a fuoco degli artisti che si sono trovati ad operare al suo fianco o sotto le sue direttive può aprire nuove prospettive di lettura su questo aspetto fondamentale delle opere realizzate.

Corrado Forlin e il gruppo futurista Savaré

a cura di Alberto Cibin

Il volume, curato da Alberto Cibin, storico dell’arte, ricostruisce la genesi e gli sviluppi del Gruppo Savaré attraverso lo sguardo del suo fondatore, Corrado Forlin. Si tratta di una puntuale cronistoria, limitata nel tempo ma intensa, restituitaci attraverso lo studio di fonti documentarie, in gran parte conservate al Mart. A Monselice nel 1936, una folgorazione introduce Forlin al mondo dell’arte: “Boccioni illumina la mia mente. Sento nascere dentro di me una nuova fiducia e un nuovo entusiasmo per la vita intorno che sembra si stia rinnovando”.
 

La navigazione nell'altra rete... il mondo reale

un viaggio tra emozioni, simboli e illusionidott. Giorgio Sallusti

Siamo un popolo di grandi esploratori del web, ma immaturi ed incauti navigatori della vita reale.

Kore

poesieChiara Poltronieri

Kore, in greco, è la fanciulla (anche quella ritornante dei prati in fiore) ma anche la pupilla dell’occhio.

La Galleria

PrimoSergio Marinelli

Sergio Marinelli, ordinario di Storia della Critica d’Arte presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, è stato prima direttore dei Musei Civici di Verona.

 

Similoro

Alfredo Poli

Secondo libro di scritti poetici sulla scia
di “Viaggiatori di confine”.

Il venerdì ultimo di Carnovale

Cenni storici su l'origine e celebrazione dell'annua festività ricorrente in Verona

Verona 1847

Edizione Anastatica

Meravigliose Macchine di Giubilo

L'architettura e l'arte degli organi a VeneziaMassimo Bisson

L’organo, macchina meravigliosa, conobbe a Venezia una stagione particolarmente feconda durante il Rinascimento, distinguendosi come una vera e propria summa delle arti.
 

Un Paese che Gioca

fotografie di Vittorio Canisi

Introduzione di Paolo Rumiz

testi in italiano e inglese

I Palazzi Veneziani

Storia, architettura, restauri - Il Trecento e il QuattrocentoJan-Christoph Rossler

Attraverso lo studio di documenti inediti, conservati per la maggior parte presso l’Archivio di Stato di Venezia, l’autore traccia un quadro esaustivo dell’architettura civile veneziana del Tre e Quattrocento, precisando datazioni e committenze, la storia, i passaggi di proprietà e i restauri di una lunga serie di palazzi costruiti nei due secoli.


I nostri distributori

Edizioni

Eventi in vetrina

15 Dicembre 2017

La sua voce di grano e di gramigna

Presentazione del romanzo di Carmela Iacoviello

VENERDI' 15 DICEMBRE ORE 17.15

BIBLIOTECA CIVICA

Via Cappello, 43 - Verona

Intervengono Guariente Guarienti e Marco Ongaro

12 Dicembre 2017

Amori quasi possibili

Presentazione del volume di PINO CAROLLO

a cura di Patrizia Cipriani

Martedì 12 dicembre ore 17.30

SALA FARINATI della BIBLIOTECA CIVICA

Via Cappello, 42 - Verona

Interviene Nicola Paqualicchio, Università di Verona

07 Dicembre 2017

Buoni stili di vita a scuola

Presentazione del volume

di Massimo Lanza, Luciano Bertinato, Francesca Vitali, Federico Schena

GIOVEDI' 7 DICEMBRE ORE 17.30

Società Letteraria di Verona

Piazzetta Scalette Rubiani, 1

Dialogano con gli autori

STEFANO QUAGLIA, Dirigente Ufficio Scolastico Provinciale di Verona

MASSIMO VALSECCHI, Medico igienista, Direttore Dipartimento di Prevenzione ULSS 20, Verona

25 Novembre 2017

Palazzo Belgioioso d'Este

Presentezione del volume

Sabato 25 novembre ore 17.30

Gran Sala di Palazzo Belgioioso

Piazza Belgioioso 2, Milano

Intervengono Stefano Della Torre, Politecnico di Milano e Alessandro Morandotti, Università di Torino