Scheda editoriale

Sebastiano Ricci. La pazienza di Giobbe

Un restauro in ricordo di Giovanna Galassoa cura di Denis TonIn coedizione con il Museo Civico di Belluno. La pazienza di Giobbe di Sebastiano Ricci, un quadro acquisito dal Museo Civico di Belluno nel 1959, è stato fatto oggetto di un restauro che ne consente finalmente il reinserimento nel percorso espositivo. Il volume, come il restauro dedicato al ricordo della conservatrice del museo Giovanna Galasso, comprende uno studio sul dipinto, analizzato anche nei suoi aspetti iconograci, e una riflessione sull’attività del pittore a Belluno. Completa il testo una relazione sul restauro compiuto, con immagini realizzate durante l’intervento.

Ho bisogno di una parola

Il pellegrinaggio di uno psichiatra sui sentieri della malattia mentaleRaffaele FontanaNello sforzo di comprendersi ognuno dei due interlocutori - medico e paziente - viene trasformato e, nella nascita di questo nuovo evento, si possono aprire el porte sbarrate dell'angoscia al vento della speranza.

Con le ciaspole

Lessinia, Piccole Dolomiti, Pasubio e Altipiani TrentiniEugenio CiprianiAntologia che raccoglie itinerari escursionistici distribuiti sui rilievi montuosi delle Prealpi venete occidentali, dalla Val d’Adige alla Val d’Assa, cioè dai Lessini sino al Passo Vezzena (e cime ad esso adiacenti). Gli itinerari sono generalmente facili, anche se non mancano alcuni percorsi che richiedono un discreto allenamento ed un certo “fiuto” nel rintracciare, specie nei boschi fitti, il passaggio migliore. Tutti gli itinerari sono stati eff ettuati personalmente dall’Autore nell’arco degli ultimi quattro anni. Si tratta quasi sempre di percorsi di facile reperibilità, prevalentemente su tracce ben battute o comunque (salvo rare eccezioni) su terreno privo di pericoli e di facile orientamento.

Gino Belloni. Caricature e ritratti

In coedizione con Univesrtità Cà Foscari di Venezia - Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali e Scuola in conservazione dei Beni Culturalia cura di R. Drusi e S, MarinelliGino Belloni ha insegnato Filologia italiana e Letteratura italiana nella Facoltà di Lettere e Filosofia di Ca’ Foscari dalla sua istituzione, nel 1969, a tutto il 2012. La personale inclinazione al disegno lo ha portato a impiegare fruttuosamente alcune circostanze per ritrarre, con stile variamente atteggiato, colleghi, amici e altre figure che ne hanno incrociato l’esperienza.

I fantasmi della memoria

RomanzoGiorgio Massignan"Rimpiango quello che sarebbe potuto essere e non è stato; quello che avremmo saputo vivere e non abbiamo vissuto; quello che avremmo voluto avere e non abbiamo avuto, quello che abbiamo perduto e non ritroveremo, quello che la memosia ci offre e il tempo ci toglie"

Tutte le bici che non ho più

Alfredo NicolettiIn più di un secolo di attività da noi sono passati centinaia di personaggi fuori dal comune, stravaganti, bizzarri, insoliti. Le loro vicende sono state divertenti, commoventi, qualche volta tristi. Ma valeva la pena di scriverle.

AFAT N. 32

Rivista di Storia dell'arte fondata nel 1975 - Numero 32Direttore Giuseppe PavanelloIn collaborazione con l'Università degli Studi di Trieste, Dipartimento di Studi Umanistici

Opere del Conte Algarotti

Edizione novissima stampata in Venezia, MDCCXCI, presso Carlo PaleseEdizione in anastaticaLa Regione del Veneto ha voluto ricordare il III centenario dalla nascita di Francesco Algarotti (1712/2012), istituendo un comitato regionale per le celebrazioni di questa straordinaria figura di intellettuale.

Le porcellane di Marino Nani Mocenico

a cura di Marcella Ansaldi e Alberto CraievichAll’inizio del Settecento Cina e Giappone detenevano il segreto della produzione della porcellana, sancendo un monopolio di fatto del loro commercio verso l’Europa. Al commercio di oggetti di porcellana, con il consumo di tè e caffè che andava sempre più sviluppandosi in tutto l’Occidente, si sviluppò parallelamente la richiesta di vasellame, tazze, tazzine, diventando un interesse economico sempre maggiore negli scambi economici dell’epoca.

Treviso 1848

Una storia del RisorgimentoNicola CiprianiIl primo Risorgimento nel Veneto: una stagione epica nazionale tra le più dimenticate. Dal fortuito ritrovamento di fascicoli relativi a processi avanti ai tribunali italiani e asburgici nel periodo tra il 1848 e il 1852, nasce questo “romanzo storico” che racconta con l’ausilio dell’esperienza giudiziaria e criminologica e di molta fantasia l’eccidio avvenuto a Treviso il 10 maggio 1848 ai danni di due alti personaggi del Ducato di Modena, satellite dell’Austria: Francesco Scapinelli, governatore di Reggio e Andrea Desperati, capo dell’Alta Polizia del Ducato e del commerciante estense Antonio Puato, fedele suddito dell’Imperatore.

I nostri distributori

Edizioni

Eventi in vetrina

17 Ottobre 2018

Da Sartre a Alberoni

Presentazione del volume di Massimo Foladori

Dialogo con Marco Tabacchini

Mercoledì 17 ottobre 2018 ore 18

LIBRE - Interrato Acqua Morta 38, VERONA

10 Maggio 2018

La cripta di San Benedetto al Monte a Verona

Presentazione del volume edito in occasione dell'inaugurazione dell'intervento di conservazione e valorizzazione

GIOVEDI 10 MAGGIO 2018 ORE 11

Piazzetta San Benedetto al Monte

 

15 Dicembre 2017

La sua voce di grano e di gramigna

Presentazione del romanzo di Carmela Iacoviello

VENERDI' 15 DICEMBRE ORE 17.15

BIBLIOTECA CIVICA

Via Cappello, 43 - Verona

Intervengono Guariente Guarienti e Marco Ongaro

12 Dicembre 2017

Amori quasi possibili

Presentazione del volume di PINO CAROLLO

a cura di Patrizia Cipriani

Martedì 12 dicembre ore 17.30

SALA FARINATI della BIBLIOTECA CIVICA

Via Cappello, 42 - Verona

Interviene Nicola Paqualicchio, Università di Verona