Storia dell'Arte

La Madonna in Trono con Gesù Bambino di Antonio Vivarini e Giovanni d'Alemagna

Storia e restauroa cura di Carlo Cavalli e Andrea NanteIn occasione della mostra presso il Museo Diocesano di Padova dal 30 ottobre 2014 al 6 gennaio 2015

Sebastiano Ricci. La pazienza di Giobbe

Un restauro in ricordo di Giovanna Galassoa cura di Denis TonIn coedizione con il Museo Civico di Belluno. La pazienza di Giobbe di Sebastiano Ricci, un quadro acquisito dal Museo Civico di Belluno nel 1959, è stato fatto oggetto di un restauro che ne consente finalmente il reinserimento nel percorso espositivo. Il volume, come il restauro dedicato al ricordo della conservatrice del museo Giovanna Galasso, comprende uno studio sul dipinto, analizzato anche nei suoi aspetti iconograci, e una riflessione sull’attività del pittore a Belluno. Completa il testo una relazione sul restauro compiuto, con immagini realizzate durante l’intervento.

Gino Belloni. Caricature e ritratti

In coedizione con Univesrtità Cà Foscari di Venezia - Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali e Scuola in conservazione dei Beni Culturalia cura di R. Drusi e S, MarinelliGino Belloni ha insegnato Filologia italiana e Letteratura italiana nella Facoltà di Lettere e Filosofia di Ca’ Foscari dalla sua istituzione, nel 1969, a tutto il 2012. La personale inclinazione al disegno lo ha portato a impiegare fruttuosamente alcune circostanze per ritrarre, con stile variamente atteggiato, colleghi, amici e altre figure che ne hanno incrociato l’esperienza.

AFAT N. 32

Rivista di Storia dell'arte fondata nel 1975 - Numero 32Direttore Giuseppe PavanelloIn collaborazione con l'Università degli Studi di Trieste, Dipartimento di Studi Umanistici

Opere del Conte Algarotti

Edizione novissima stampata in Venezia, MDCCXCI, presso Carlo PaleseEdizione in anastaticaLa Regione del Veneto ha voluto ricordare il III centenario dalla nascita di Francesco Algarotti (1712/2012), istituendo un comitato regionale per le celebrazioni di questa straordinaria figura di intellettuale.

Le porcellane di Marino Nani Mocenico

a cura di Marcella Ansaldi e Alberto CraievichAll’inizio del Settecento Cina e Giappone detenevano il segreto della produzione della porcellana, sancendo un monopolio di fatto del loro commercio verso l’Europa. Al commercio di oggetti di porcellana, con il consumo di tè e caffè che andava sempre più sviluppandosi in tutto l’Occidente, si sviluppò parallelamente la richiesta di vasellame, tazze, tazzine, diventando un interesse economico sempre maggiore negli scambi economici dell’epoca.

Ricche Minere

Rivista semestrale di storia dell’artedirettore: Giuseppe Pavanello“Ricche Minere” ricalca il celebre volume di Marco Boschini; nella volontà di rendere omaggio al grande critico e conoscitore veneziano seicentesco e di riproporre, al contempo, l’attenzione sulla qualità dell’opera d’arte, che nei suoi versi ha toccato vertici ineguagliati.

Pietro Bellotti

Un altro Canalettoa cura di Charles Beddington e Domenico CrivellariIl nonno di Pietro è Bernardo Canal, lo zio è Canaletto, e suo fratello è Bernardo Bellotto. Egli fa parte, quindi, della famiglia attorno alla quale ruota l’intera storia del vedutismo a Venezia.

Pietro Bellotti detto Canaletty

Un vedutista veneziano nella Francia dell’Ancien RégimeDomenico CrivellariPietro Bellotti, vedutista, contribuirà a far conoscere l’arte della patria perduta e, attraverso l’uso della optique, stupirà, con colorate immagini di città famose e sconosciute, il popolo che frequenta fiere e mercati peregrinando per l’Esagono e improvvisandosi persino artificiere.

L'uomo della croce

L’immagine scolpita prima e dopo DonatelloA cura di Carlo Cavalli e Andrea NanteL’evangelista Giovanni e corrispondentemente l’autore dell’Apocalisse riconoscono nell’Uomo della croce il realizzarsi della profezia di Zaccaria: tutti «volgeranno lo sguardo a quell’uomo trafitto»; anzi, per lui «tutte le tribù della terra si battono il petto». In quell’uomo tutta la vicenda umana è ricapitolata e, simultaneamente, si espone sulla breccia della «vita che vince la morte». La Pasqua come passaggio alla Vita è possibile per quell’Uomo della croce. Il Museo Diocesano e l’Ufficio beni culturali hanno pensato di collocare a suggello dell’Anno della fede una suggestiva mostra abitata da sette crocifissi lignei del territorio diocesano. Si propone come intensissima esperienza di bellezza dove il dramma dell’umanità trafitta anela a ricomporsi e «rinascere dall’alto».

I nostri distributori

Edizioni

Eventi in vetrina

17 Ottobre 2018

Da Sartre a Alberoni

Presentazione del volume di Massimo Foladori

Dialogo con Marco Tabacchini

Mercoledì 17 ottobre 2018 ore 18

LIBRE - Interrato Acqua Morta 38, VERONA

10 Maggio 2018

La cripta di San Benedetto al Monte a Verona

Presentazione del volume edito in occasione dell'inaugurazione dell'intervento di conservazione e valorizzazione

GIOVEDI 10 MAGGIO 2018 ORE 11

Piazzetta San Benedetto al Monte

 

15 Dicembre 2017

La sua voce di grano e di gramigna

Presentazione del romanzo di Carmela Iacoviello

VENERDI' 15 DICEMBRE ORE 17.15

BIBLIOTECA CIVICA

Via Cappello, 43 - Verona

Intervengono Guariente Guarienti e Marco Ongaro

12 Dicembre 2017

Amori quasi possibili

Presentazione del volume di PINO CAROLLO

a cura di Patrizia Cipriani

Martedì 12 dicembre ore 17.30

SALA FARINATI della BIBLIOTECA CIVICA

Via Cappello, 42 - Verona

Interviene Nicola Paqualicchio, Università di Verona