Storia dell'Arte

Aldèbaran

Storia dell'arte - IIa cura di Sergio MarinelliSecondo volume, seguito de Aldèbaran I, edito da Scripta edizioni nel 2012. Sergio Marinelli, ordinario di Storia della Critica d’Arte presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, è stato prima direttore dei Musei Civici di Verona. Ha curato mostre su Veronese (1988), Il Veneto e l’Austria (1989), Bellotto (1990), Tintoretto (1994), Cinque secoli di disegno veronese (2000), Von Stuck (2006), Mantegna (2006). Ha scritto numerosi saggi di storia dell’arte.

AFAT 31

Rivista di Storia dell’arte fondata nel 1975direttore: Giuseppe PavanelloCon l’abituale puntualità, pubblichiamo il nuovo numero di AFAT 31, relativo al 2012, rinnovato nella veste editoriale e nel comitato scientifico, anche con il proposito, come già detto in passato, di ampliare ulteriormente il raggio dei contributi. La rivista infatti, pur privilegiando tematiche legate all’ambito territoriale consueto, vuole sempre più aprirsi a interventi di studiosi che vogliono collaborare, a vario titolo, con l’Ateneo triestino.

La Galleria - secondo, terzo

Sergio MarinelliSecondo volume, seguito de La Galleria I, edito da Scripta edizioni nel 2011.

Bonifica delle immagini e Propaganda in Aquitania durante lo scisma del 1130-1138

Giorgio MilanesiAllo scoppio dello scisma nel febbraio 1130, Guglielmo X duca d’Aquitania e Gerardo II vescovo di Angoulême, legato apostolico per la Francia occidentale, appoggiarono con una intensità senza eguali in Europa la causa di Anacleto II – definito in seguito antipapa – contro Innocenzo II.

La “scultura sociale” tra il vero e l’ideale

Realismo e impegno nella plastica lombarda di fine OttocentoCristina CaseroLa “scultura sociale”, come già la chiamava all’epoca Leone Fortis, dilaga in occasione della Triennale milanese del 1891, quella in cui si impone la nuova pittura di marca ideista di cui sono campioni Gaetano Previati e Giovanni Segantini.

Opere del Novecento

dalle raccolte d'arte della Fondazione Giorgio CiniGiovanni BianchiIl volume Opere del Novecento dalle raccolte d’arte della Fondazione Giorgio Cini, a cura di Giovanni Bianchi, si aggiunge alla serie dei cataloghi d’arte delle collezioni della Fondazione Giorgio Cini.

Regina Bracchi

Dagli esordi al Secondo FututrismoPaolo SacchiniIl volume ricostruisce la parabola creativa della scultrice pavese Regina Bracchi (in arte, semplicemente, “Regina”) dagli esordi negli anni Venti sino alla conclusione della sua esperienza futurista alle soglie del secondo conflitto mondiale, con l’obiettivo di proporre al contempo una prima lettura complessiva del dibattito critico sulla sua figura, una più precisa cronologia della vita e delle opere di quel periodo e un inquadramento generale della sua produzione nel contesto delle coeve sperimentazioni dell’arte d’avanguardia italiana ed europea (con più specifico riferimento alle problematiche legate alla scultura novecentesca e al cosiddetto “Secondo Futurismo”).

Le profonde radici

Disegni di Ettore Sottsass sr. 1911-1929a cura di Fabio Campolongo e Paola PettenellaGli oltre 200 disegni qui presentati, in gran parte inediti, sono giunti al Mart fra il 2003 e il 2010, nel corso dei ripetuti versamenti con i quali gli eredi di Ettore Sottsass senior hanno integrato la donazione del fondo, avvenuta nel 1995. Realizzati fra gli anni Dieci e Venti del ’900, prevalentemente nel nord e nel sud Tirolo e in Trentino, vengono ora pubblicati – a sessant’anni dalla morte dell’architetto e a più di venti dalla mostra tenuta dal Mart a Palazzo delle Albere1 – nell’ambito di un piano di lavoro, che comprende la messa in rete dei progetti di Sottsass per il Trentino e la condivisione di fonti documentarie con la Soprintendenza per i beni architettonici della Provincia autonoma di Trento.

La Reliquia del Sangue di Cristo

Mantova, l'Italia e l'Europa al tempo di Leone IXa cura di Glauco Maria Cantarella e Arturo CalzonaLa storia della reliquia mantovana è ben conosciuta: dopo la prima scoperta nell’anno 804 è stata riscoperta successivamente nel 1048 e proprio per questo, secondo le fonti mantovane, papa Leone IX (1049-1054) sarebbe venuto a Mantova per una sinodo nel 1053. Il secondo rinvenimento ha dato origine alla costruzione di un edificio di culto che è stato distrutto nel 1472 per lasciare il posto all’attuale basilica di Sant’Andrea, progettata da Leon Battista Alberti. Tali avvenimenti sono stati lo spunto per un riesame di quella fase storica che precede e prepara la cosiddetta ‘riforma gregoriana’ e nella quale papa Leone IX ha un ruolo di assoluto protagonista.

I nostri distributori

Edizioni

Eventi in vetrina

17 Ottobre 2018

Da Sartre a Alberoni

Presentazione del volume di Massimo Foladori

Dialogo con Marco Tabacchini

Mercoledì 17 ottobre 2018 ore 18

LIBRE - Interrato Acqua Morta 38, VERONA

10 Maggio 2018

La cripta di San Benedetto al Monte a Verona

Presentazione del volume edito in occasione dell'inaugurazione dell'intervento di conservazione e valorizzazione

GIOVEDI 10 MAGGIO 2018 ORE 11

Piazzetta San Benedetto al Monte

 

15 Dicembre 2017

La sua voce di grano e di gramigna

Presentazione del romanzo di Carmela Iacoviello

VENERDI' 15 DICEMBRE ORE 17.15

BIBLIOTECA CIVICA

Via Cappello, 43 - Verona

Intervengono Guariente Guarienti e Marco Ongaro

12 Dicembre 2017

Amori quasi possibili

Presentazione del volume di PINO CAROLLO

a cura di Patrizia Cipriani

Martedì 12 dicembre ore 17.30

SALA FARINATI della BIBLIOTECA CIVICA

Via Cappello, 42 - Verona

Interviene Nicola Paqualicchio, Università di Verona