Scheda editoriale
Numero pagine: 140
Formato chiuso: 15 x 21 cm
Finitura: brossura

Prezzo: 10,00 euro
Codice ISBN: 978-88-98877-03-4
Guarda i nostri distributori

Letteratura lenta nel tempo della fretta

Anna Lisa Buzzola

Perché leggere (e scrivere) libri lenti? 

Perché i libri lenti ci servono. Servono per riprendere il fiato, per ritrovare tempi più umani, per riflettere, ma anche per curiosare allegri, senza farci travolgere sempre da tutto; servono per non semplificare ma invece approfondire e apprezzare la complessità del reale. 

E perché, se non abbiamo più il tempo di vivere, possiamo almeno cercare di salvare un tempo per sognare.

 

Nelle sue Lezioni americane (1985) Italo Calvino raccomandava la rapidità in letteratura. Letteratura lenta nel tempo della fretta si chiede se non sia ragionevole invece, almeno in letteratura, rallentare un poco, vista l’esasperata accelerazione di tutti gli altri aspetti della nostra vita quotidiana. Rintracciati alcuni esempi significativi pubblicati dopo il 1985 che si possono definire lenti o che sostengono le ragioni della lentezza – da Marías a McEwan, da Kundera a Rumiz –, questo saggio invita anche il lettore ad avvicinarsi ai testi in un modo “lento” che lo aiuti ad approfondire la comprensione e il piacere della lettura.

 

 

Anna Lisa Buzzola è dottoranda in Letteratura e Filologia presso l’Università di Verona. Nell’ambito delle Letterature Comparate sta lavorando a un progetto sui personaggi che tacciono in varie letterature occidentali fra Ottocento e Novecento.

 

 

 

Twitter Facebook Google plus Pinterest