Scheda editoriale
Numero pagine: 72
Formato chiuso: 12x18 cm
Finitura: brossura cucita con alette

Prezzo: euro 8,00
Codice ISBN: 978-88-96162-64-4
Guarda i nostri distributori

Verona-Milan 5 a 3

La palla è rotonda, ma la vita è ben piena di spigoli

Diego Alverà

 

Il 20 maggio 1973, in un’assolata domenica allo stadio Bentegodi, un bambino assiste seduto sulle ginocchia di suo padre, alla partita di chiusura del campionato italiano di Serie A, lo storico incontro Verona-Milan, che si concluderà nel modo più incredibile e sorprendente.

Mentre sul campo le sorti del mondo sembrano rovesciarsi, i ricordi e le suggestioni volano via dal prato per ritrovare i suoni e le immagini di un passato in bianco e nero, stimolando il confronto con un presente allora ancora lontano.

Si intrecciano così, nell’andirivieni capriccioso del tempo, i fili che rimandano agli anni in cui il calcio era giocato, non parlato, e ciò che accadeva in campo si faceva specchio e metafora di ben altre vittorie e sconfitte, nella vita come nel più ampio scenario della società e della storia.

Così, nel tempo concluso e insieme interminabile di quella partita, il bambino di allora insegue le radici del suo amore per il calcio e per la vita. Così nel tempo del racconto si scende metaforicamente in campo, tra le radiocronache della domenica pomeriggio, le figurine Panini e il rito del calciomercato, tra l’erba infangata e le moviole, per cercare ancora una volta il proprio posto nel grande gioco della vita.

 

 

Diego Alverà, classe 1965,  è arrivato alla scrittura attraverso le sue passioni: la musica (dei giorni nostri) e il calcio (quello inglese degli anni Settanta in particolare). 

Dopo un’infanzia passata tra i vinili, il Subbuteo, le missioni spaziali Apollo e le piste di Formula Uno disegnate sul quadernone a quadretti, crescendo scopre il punk, le radio libere e le fanzine, diventando un attivo promotore della scena musicale veronese grazie all’associazione Soggiorno Obbligato, per la quale progetta e organizza centinaia di concerti ed eventi, e alcuni dei più pionieristici festival come Panorama, Rockville, Sintonie e Rockaforte.

Mentre il calcio e lo sport in generale si vanno trasformando in format televisivi, e gli artisti una volta “giovani” diventano “big” di Sanremo, Diego passa dal giornalismo su carta alle nuove tecnologie, creando insieme a Dario De Manincor la web radio www.ultimopiano.net e sviluppando il suo interesse per il sound design.

Dopo il racconto Verona Milan cinque a tre, divenuto un monologo teatrale di successo, si sta ora dedicando a una storia più lunga, oltre che a spiegare a suo figlio le regole del Subbuteo.

Twitter Facebook Google plus Pinterest