Scheda editoriale
Numero pagine: 88
Formato chiuso: cm 14x21
Finitura: Legatura brossurata con alette

Prezzo: 10,00
Codice ISBN: 978-88-96162-21-7
Guarda i nostri distributori

Zafferano dall’orlo del mondo

Poesie

Chiara Poltronieri

Poesia e magia sono nate insieme all’alba della parola. Questo passato rivive ogni volta che le sillabe si intonano per propiziare il racconto della vita che viene al mondo con la sua ombramorte come compagna. Come dice Borges “un volume di versi non è altro che una successione di esercizi magici. Il modesto stregone fa quel che può con i suoi modesti mezzi”. Lo aiutano le Muse che conoscono “il canto che protegge la vita e la salva” (Nonno di Panopoli). Lo stregone stregato dalla loro musica comincia allora ad avere visioni perché le Muse danzano e “la danza è poesia fatta di braccia e di gambe” (Baudelaire).

C.P.

Mnemosyne, la dea Memoria, ricorda il suo concepimento dalla Terra, madre primordiale stanca di partorire monti e mostri. Racconta le Muse, figlie melodiose concepite per incantare i serpenti del dolore umano e proteggere i misteri degli amanti con il loro canto e i loro passi imparati dalla neve che cade sulla cima del monte più alto. Una storia di dee compassionevoli e una storia di donne dolenti: Pandora, la prima sposa, mandata al marito sbagliato; Alcesti, la sposa perfetta che muore al posto dello sposo, perduta per la seconda volta come Euridice da un marito che non la riconosce quando torna dall’Ade; Danae, sotterrata da suo padre in una prigione di bronzo per un figlio non ancora nato, prima ancora di essere sposa.
Il dolore dell’amore che inganna i poeti presi al laccio dell’intreccio ma non la musa Eratò. E il dolore della storia cantato da Clio, musa scalza e rasata, che porta il lutto di tutti i popoli. Una storia del mondo dalle origini fino alla sua fine tessuta sull’immenso arazzo di Mnemosyne dai passi musicanti delle dee della parola.

Twitter Facebook Google plus Pinterest